Focus su sicurezza e digitale

Cortina d’Ampezzo (BL), 13 gennaio 2021 – I Mondiali di Cortina 2021 sono ormai alle porte e tutto è pronto per andare in scena con quello che sarà il primo grande evento degli sport invernali in era pandemica. Fondazione Cortina 2021 è, infatti, al lavoro da mesi sulla possibilità di un evento senza pubblico, anche per assicurare i più alti standard di sicurezza a tutti i partecipanti. Uno scenario questo che è stato preso in considerazione dal Comitato organizzatore definendo al meglio un protocollo sanitario molto dettagliato ed investendo, grazie anche al sostegno del Governo, nella comunicazione digitale e televisiva della manifestazione.

La decisione del CTS di far svolgere i Mondiali di Cortina è un importante segnale di fiducia nel lavoro fin qui svolto. L’assenza di pubblico generico comporta del rammarico per il territorio e l’evento stesso, ma, alla luce della precaria situazione sanitaria in corso, era uno degli scenari già noti e pertanto Fondazione Cortina 2021 prosegue incessantemente il suo lavoro di preparazione del grande evento a meno di un mese dalla Cerimonia di Apertura (il 7 febbraio, alle ore 18 in diretta su Rai2).

In questo contesto è ancora più fondamentale l’utilizzo del digitale e della promozione televisiva nazionale e internazionale dell’evento. Attraverso la collaborazione con Infront Sports&Media e altri fornitori specializzati, il progetto dei Mondiali sarà fruibile a tutti, facendo sentire parte dell’evento anche i tanti fans che non potranno essere fisicamente a Cortina. Tribune virtuali, virtual media centre, streaming e contenuti esclusivi sull’App di Cortina 2021 e nuovi progetti con le tv, sono solo alcuni degli strumenti attraverso i quali sarà possibile godere dell’evento iridato.

Oltre all’intenso lavoro sul fronte sicurezza e digitale, grazie alle recenti e abbondanti nevicate, Fondazione Cortina 2021 ha potuto iniziare anche i lavori sulle piste con qualche giorno di anticipo rispetto ai tempi prefissati. È in corso la preparazione del manto nevoso, l’allestimento delle torrette sulle quali verranno installate le telecamere, la sistemazione dei fari e dei relativi collegamenti che consentiranno di lavorare in pista anche durante la notte. La macchina è pienamente operativa, e lo sarà ancora di più dal 18 gennaio, quando si entrerà nel pieno dei preparativi: allestimento delle reti di protezione, bagnatura delle piste, posa dei cavi necessari per la produzione televisiva.

Accogliamo con rispetto le indicazioni del CTS in merito al protocollo anticovid da seguire per l’organizzazione dei prossimi Campionati del mondo di sci alpino – commenta Valerio Giacobbi, Amministratore Delegato di Fondazione Cortina 2021 – faremo ogni sforzo per garantire la piena sicurezza degli atleti e di quanti saranno coinvolti in quello che sarà il primo e più grande evento mondiale in piena pandemia. Siamo ovviamente dispiaciuti per l’assenza di pubblico, ma allo stesso tempo entusiasti di mettere in piedi un evento ancora più sfidante, e non per questo meno spettacolare. Si tratta di una grande responsabilità, avremo i riflettori del mondo puntati addosso ma è una sfida che abbiamo il dovere di vincere come Paese rimanendo concentrati sul lavoro. Renderemo onore all’Italia e porteremo le bellezze di Cortina e delle Dolomiti alla ribalta internazionale. Già da mesi stiamo lavorando a questo scenario e siamo pronti a far gustare il grande evento a tutto il pubblico internazionale, tramite innovazioni digitali e una produzione TV di altissimo livello.

Scarica il comunicato