Le stanze destinate a team sportivi, organizzatori e media accreditati.

Giacobbi: “Un grande risultato che dimostra l’ottimo lavoro fatto finora, nonostante il Covid-19”

Cortina d’Ampezzo (BL), 18 settembre 2020 – A poco più di 140 giorni dall’inizio dei Campionati del mondo di sci alpino, in programma a Cortina d’Ampezzo dal 7 al 21 febbraio del prossimo anno, Fondazione Cortina 2021 compie un altro importante passo verso i Mondiali confermando, per il mese di febbraio, 1.200 camere (su un totale di 1.500 inizialmente preventivate) presso le strutture ricettive di Cortina e del Cadore. Le stanze saranno destinate a ospitare i team sportivi, gli organizzatori e i media accreditati durante le due settimane di competizioni.

Un impegno importante che testimonia come la macchina organizzativa dei Campionati del mondo stia procedendo con decisione e fiducia nel futuro alla chiusura degli accordi pregressi, volti a ospitare un grande Mondiale all’ombra delle Tofane. L’evento iridato porterà infatti a Cortina – nel rispetto di tutte le misure di sicurezza necessarie – migliaia di persone da tutto il mondo, tra atleti, preparatori, giornalisti, volontari, oltre a un largo pubblico di visitatori e appassionati: un contributo importante alla ripartenza dell’economia e del turismo del territorio, dopo una fase complessa caratterizzata dalla pandemia di Covid-19 e dal conseguente lockdown.

Cortina 2021 si dimostra così, una volta di più, driver di sviluppo e di crescita per il territorio, sostenendo in questo caso i molti imprenditori del settore turistico e dell’hospitality che in questi ultimi anni hanno ampiamente investito nel rinnovo della propria offerta: una capacità di fare sistema a livello territoriale per valorizzare gli atout delle Dolomiti Patrimonio UNESCO e di una località capace di coniugare tutta la grinta degli sport invernali con il glamour internazionale.

Valerio Giacobbi, Amministratore Delegato di Fondazione Cortina 2021, ha espresso soddisfazione: “Voglio portare il mio ringraziamento all’Associazione Albergatori di Cortina e a tutti gli operatori dell’hospitality di Cortina e del Cadore, che hanno saputo dimostrare in tutto questo periodo grande collaborazione e sono venuti incontro alle rinnovate esigenze dei Mondiali, determinate dai nuovi scenari post-coronavirus. La conferma della prenotazione di 1.200 camere nelle strutture ricettive del territorio sono un grande risultato di cui andiamo fieri, perché fino a pochi mesi fa tutto questo non era affatto scontato. Abbiamo lavorato bene e siamo ormai pronti a organizzare un Mondiale memorabile e in sicurezza, che sarà la più grande manifestazione sportiva invernale di carattere internazionale dell’era Covid-19. ”.

Scarica il comunicato