A parlare nelle interviste del Corriere delle Alpi dedicate al team di Cortina 2021 e firmate da Alessandra Segafreddo, questa volta è Marco Bergamini, Venue e Transport Manager.

E’ lui, infatti, “l’uomo della mobilità”, colui che si occupa della pianificazione dell’intero sistema di trasporti verso le aree di gara durante l’evento. Veronese, è all’interno di Fondazione Cortina 2021 da 4 anni ed è entrato per la prima volta nel mondo del Circo Bianco come volontario della Coppa del mondo proprio qui a Cortina.

«È un ruolo complesso», ammette, «perché dobbiamo garantire la movimentazione di tutte le persone che ruoteranno attorno ai Mondiali per i 14 giorni di fila. Avremmo voluto gestire grandi flussi, le previsioni iniziali dicevano fino a 12 mila spettatori al giorno ai piedi delle Tofane. Con la pandemia non sarà così. Ad oggi non abbiamo indicazioni sui numeri. In estate avevamo ridotto la previsione del pubblico ad un massimo di 5 mila al giorno. Oggi ne contiamo ancora meno, poi aspetteremo i decreti per avere le certezze».

Leggi l’articolo qui.