Il patto dei gemelli

Passano gli anni e la casata dei Fanes vive serena ai piedi della  montagna insieme alle marmotte, loro alleate. I popoli limitrofi raccontano che i Fanes devono la loro grandezza proprio a questa alleanza che, con il tempo, era divenuta segreta. Solo la Regina ne era a conoscenza.

Un giorno accadde che la principessa, ultima erede della casata, andò in sposa ad un principe straniero. La ragazza, di animo dolce e umile, rinunciò a governare il Regno, lasciando che fosse il suo sposo a farlo al posto suo. E così il principe straniero diventò Re.

Un giorno il Re andò a caccia sulle pendici del Nuvolau, dove catturò un aquilotto vivo. Subito venne attaccato da un’aquila con il becco di fuoco e gli artigli d’oro che ingaggiò con lui una lotta furiosa. Ad un certo punto l’aquila disse al Re: “Ridammi mio figlio e farò di te il più potente re della Terra delle Montagne”.

Il Re acconsentì e i due strinsero un’alleanza segreta: in caso di nascita di figli gemelli uno dei due viene dato all’alleato, così, con lo scambio dei gemelli, il patto viene suggellato.

Continua…