Spina de Mul

Gli zoccoli ossuti di Spina de Mul erano sempre più vicini. Allora il giovane Duranno si nascose dietro ad una roccia e quando lo Spirito gli fu vicino gli lanciò una pietra colpendolo contro il cranio rompendogli l’osso del naso. Spina de Mul crollò a terra urlante cercando di capire chi l’avesse colpito. Il giovane allora gli lanciò un’altra pietra, colpendolo sulla spalla procurandogli una grossa ferita sanguinante.

Spina de Mul allora urlò: “Chi sei tu, guerriero?”

Il giovane uscì dal suo nascondiglio ridendo: “Sono un Duranno e, secondo l’usanza del mio popolo, il mio nome verrà dalle mie avventure!”

Spina de Mul rispose: “Allora ti darò io un nome.  Ey de Net, colui che vede nella notte.” E andò via, senza accorgersi di aver perduto una pietra speciale che fu raccolta dal giovane duranno che, vittorioso, tornò dagli Splutes.

Continua…