IL SECONDO ORO DI SAILER

Il rifugio Col Druscié sorge nel 1937. Il 24 dicembre viene autorizzata la slittovia, che entra in funzione l’anno successivo: sale dritta, sul versante orientale del colle. I campioni percorrono la “Pista ripida”, mentre ce n’è una più abbordabile, per gli sciatori “progrediti”. Nella società di imprenditori ci sono Enrico Colli Pàor, campione di sci degli anni Venti, Simone Lacedelli, Celso Degasper Meneguto. Bepi Degregorio, Luigi Zambelli, i fratelli Rinaldo

e Roberto Zardini e altri. La ripida pista “A” ospita la Coppa Cortina negli anni Cinquanta. Ai Giochi olimpici 1956 vede il trionfo di Anton Sailer, che sale in seggiovia; dal 1969 c’è la funivia; dal 2020 la cabinovia. Negli anni Sessanta si disputano gare internazionali Fis. Nel marzo 2019 accoglie i Campionati italiani. Ora aspetta gli slalom dei Mondiali.

Testo a cura di Marco Dibona