LO SCIVOLO DIRITTO E RIPIDISSIMO

La vigilia di Natale del 1936 è inaugurata la slittovia che sale dai campi da sci di Rumerlo, dove arrivano le automobili, sino alla Capanna Tofana di Giuseppe Lancedelli. La portata oraria è di 80 persone. Percorre il pendio Ra Pales, poi si inerpica fra le rocce. Dismesso quell’impianto, con la costruzione della seggiovia da Piè Tofana, in vista delle Olimpiadi, si utilizza il vecchio tracciato per la discesa: nasce la Labirinti.

È uno scivolo, diritto, ripidissimo, che gode di nuovo e diverso interesse con la realizzazione della Stratofana, che interseca alla grande Esse. La scorsa estate la società Ista allarga i Labirinti, disegna una nuova sezione, interra le reti tecnologiche per accogliere, a febbraio 2021, lo slalom gigante maschile dei Mondiali.

Testo a cura di Marco Dibona