Cortina d’Ampezzo (BL), 10 febbraio 2021 – I Campionati del mondo di sci alpino Cortina 2021, in corso in queste settimane nella spettacolare scenografia della Regina delle Dolomiti, sono un grande evento internazionale che si svolge anche all’insegna della massima sicurezza di tutti – atleti, squadre, dirigenti, volontari, operatori dei media e ovviamente la comunità locale.

Sono le donne e gli uomini di Truppe Alpine dell’Esercito, Carabinieri, Guardia di Finanza e Polizia di Stato gli “angeli” che vegliano ogni giorno sullo svolgimento ottimale della manifestazione, grazie alla loro indiscutibile professionalità, la competenza nella gestione dei grandi eventi e la profonda conoscenza dell’ambiente alpino.

Immancabili gli Alpini, presenti a Cortina d’Ampezzo con un contingente di circa 150 unità provenienti da tutti reggimenti alpini dislocati nel Nord Italia e all’Aquila, sotto il coordinamento del Comando Truppe Alpine. A loro sono affidati i compiti di organizzazione e allestimento delle piste (inclusa l’attività di barratura), logistica di base e pronto soccorso sui tracciati iridati. Partecipando da protagonista ai Mondiali, ancora una volta l’Esercito Italiano manifesta, attraverso le Truppe Alpine, che le capacità operative e l’addestramento di unità abituate ad operare in ambiente montano possono ben integrare l’organizzazione di grandi eventi costituendo importante pedina in uno spirito sinergico teso ad evidenziare le capacità del nostro Paese.

La macchina della sicurezza coinvolge anche l’Arma dei Carabinieri, presente alla manifestazione iridata con il Gruppo di sciatori e con la squadra di soccorso alpino della Compagnia Cortina d’Ampezzo, abituati a operare in un territorio difficile come quello montano. Insieme a loro, sono presenti in questi giorni a Cortina reparti di grande professionalità provenienti da tutto il Paese. Grande emozione hanno suscitato gli dell’Arma, che hanno trasportato un enorme tricolore giù per le piste iridate, dando il via ufficiale ai Campionati del mondo di sci. Una presenza costante, quella dei Carabinieri, anche sui tracciati di gara, che vedranno sfrecciare tra i grandi atleti internazionali anche fuoriclasse come il Carabiniere Scelto Dominik Paris.

Grande anche l’impegno della Guardia di Finanza, che ha schierato sul territorio 100 militari (20 dei quali appartenenti al Soccorso Alpino della Guardia di Finanza – SAGF), oltre a un medico e a un’ambulanza che graviteranno sull’area delle competizioni. La vigilanza dall’alto ed il supporto aereo per eventuali trasporti di emergenza e di soccorso saranno assicurati dagli elicotteri delle Sezioni Aeree di Venezia e Bolzano, mentre le pattuglie a terra assicureranno la vigilanza nelle strutture ricettive, i servizi di ordine e sicurezza pubblica nelle aree di gara e nelle loro adiacenze. Alcuni dei militari concorreranno altresì al rafforzamento dei servizi di viabilità previsti sul territorio del comune di Cortina.

La Polizia di Stato, infine, è in prima linea per Cortina 2021 con le unità cinofile, gli artificieri, le squadre U.o.p.i. (Unità operative primo intervento), il servizio di sicurezza e soccorso in montagna, i tiratori Scelti e i Reparti mobili che, coordinati dalla questura di Belluno, assicurano le attività di controllo del territorio e vigilanza degli obiettivi sensibili. Poliziotta è anche l’ex olimpionica Wendy Siorpaes, che ha avuto l’onore di essere la portabandiera italiana durante la Cerimonia d’apertura dei Mondiali. Due, infine, le Fiamme Oro che scenderanno per i pendii delle Tofane a caccia di medaglie: Nadia Delago e Martina Peterlini.

Scarica il comunicato stampa

Gallery

Fondazione Cortina 2021
Fondazione Cortina 2021
Fondazione Cortina 2021
Fondazione Cortina 2021